sedazione_cosciente_dottor_billi_valdarno

Sedazione cosciente

Una tecnica che toglie ansia e stress e garantisce un senso assoluto di relax

E’ una delle tecniche più innovative in ambito odontoiatrico e permette di risolvere alcuni dei più diffusi timori legati alle seduto odontoiatriche, specialmente tra i bambini. Si tratta della sedazione cosciente, utilizzata da decenni negli Stati Uniti, in Giappone, nel Regno Unito e in Scandinavia. Adesso la tecnica ha iniziato a diffondersi anche in Italia e il nostro studio è stato uno dei primi della Toscana ad adottarla e ad investire nei dispositivi necessari.

Ma di cosa si tratta e come funziona?

La sedazione cosciente è una leggera anestesia che consente di placare le ansie e i timori, oltre ai piccoli dolori, legati agli interventi, anche i più semplici come un’igiene orale o una semplice otturazione. La sedazione cosciente rilassa il paziente, lo rasserena eliminando la preoccupazione e favorendo anche una maggiore tolleranza fisica al fastidio. La somministrazione dell’anestetico avviene per inalazione (con una normalissima mascherina in plastica) e in un tempo massimo di due minuti. Una volta trascorsi i due minuti il paziente percepisce subito i benefici ed è pervaso da una forte sensazione di relax.

Esistono delle dosi diverse in base ai pazienti?

La sedazione cosciente viene sempre calibrata in funzione della tipologia, dell’età e delle necessità del paziente. La posologia tiene conto di diversi aspetti, non ultimo anche il tipo di intervento al quale si sottopone il paziente stesso, così da ottenere l’effetto sperato dalla sedazione ma allo stesso tempo da non prolungare troppo nel tempo le sensazioni legate all’anestetico. Si tratta, quindi, di una tecnica eseguita ogni volta in funzione della persona, o del bambino, che ci troviamo di fronte.

Ci sono effetti collaterali?

Nessun effetto collaterale. Una volta terminata la seduta l’effetto anestetico svanisce e il paziente può tornare tranquillamente a svolgere qualsiasi attività.

In quali casi è consigliabile scegliere la sedazione cosciente?

In realtà in una serie molto ampia di situazioni. Per esempio di fronte a pazienti che soffrono di particolare timore del dentista (bambini ma anche adulti), in occasione di interventi di routine (come un’igiene dentale o la presa delle impronte) ma anche nel caso di interventi chirurgici o di operazioni particolarmente lunghe che, talvolta, possono innervosire il paziente, irrigidirlo e limitare la sua collaborazione con il medico.

E’ necessaria la presenza di un anestesista?

No. Le macchine che abbiamo acquistato per offrire un servizio di sedazione cosciente possono essere utilizzate da qualsiasi addetto sanitario di uno studio dentistico, con la supervisione del medico che sa per quali particolari motivi il paziente necessita della sedazione cosciente. In ogni caso non occorre la presenza dell’anestesista, anche perché le Sedation Machines sono state realizzate per non somministrare mai una quantità di ossigeno inferiore al 30%.


Link utili:

Reinhold – Sedation Machines